Ritengo che lo scopo di ogni attivista dovrebbe essere lavorare duramente per aggregare consapevolezza e consenso sui temi più importanti e fare rete, facendo capire alla gente e alle forze in campo quale sia la strada giusta da seguire. Far dialogare chi non si parla più, indurre il dibattito dove non c'é, aprire porte chiuse o che terzi vorrebbero chiudere. E creare nuove sinergie che l'attuale clima generalizzato di radicalizzazione delle posizioni e chiusura preclude.
La massa critica contro l'ordoliberismo, il lobbysmo e contro l'apologia del vincolo esterno é ben lontana dall'essere raggiunta, e a mio modo di vedere un dibattito che partisse in una CGIL o in un PD, da altri apostrofati come "collaborazionisti da distruggere", sarebbero una vittoria. Ma perché ciò avvenga occorre parlare, non liquidare o accusare o insultare. Anche se ne avremmo tanta voglia. Io per primo.

martedì 25 novembre 2014

Leghistiiii...Dico a voiiii...



Perché la Lega ha stravinto? Io ho una teoria...
Buon giorno a QUASI tutti.
Dopo questo post alcuni là fuori desidereranno che rimanessi nell'Ade. E invece NO!
 
Perchè roba come questa non può passare sotto silenzio. Lega Nord al 30% in Toscana alle elezioni regionali? Seriamente? Nella roccaforte dei radical chic piddini? Qui c'é qualcosa che non va e SO cos'é (vedi figura).

Forse la mia fiducia nell'umanità è ancora troppa, perché non pensavo davvero che la propaganda xenofoba, populista e disinformatrice dell'amicone di Casapound Salvini potesse tanto. E pensavo di non dovermi preoccupare oltremisura del fatto che nell'ambiente antisistema si stiano moltiplicando ad occhio le simpatie e i voti per la Lega, in nome di un ben noto adagio messo in giro da un ben noto economista secondo cui "chi vuole uscire da un progetto fascista come l'euro supererebbe a sinistra anche Marx redivivo e pertanto va votato". Si beh, forse non diceva proprio così, ma mi perdonerete, ero nell'Ade e mi sarò perso qualche pezzo...



Insomma, la novità é che il tasso di condivisione e supporto per le fole xenofobe messe in giro dalla (ahinoi efficacissima) propaganda del Carroccio sta raggiungendo livelli mai visti nemmeno ai tempi di "Roma ladrona, la Lega non perdona!", e anche persone che giudico "piuttosto sveglie" stanno a mio parere commettendo un madornale e pericoloso errore di valutazione, condividendo anche a livello ideologico dati e soluzioni che non supererebbero il fact checking di signoraggio.com (mi rifiuto di inserire il link, arrangiatevi). Senza parlare dell'esame di legalità costituzionale... E nell'operazione spesso passano dalle mie parti rifilandomi dell'ingenuo quando non del cattocomunista che si merita l'austerità etc. Gli inviti ad ospitare rom e malati di ebola non si contano più.
 
A tale errore madornale e decisamente fastidioso, con la mia consueta grazia ed equilibrio, auspicherei venga ben presto posto rimedio. E visto che siamo in periodo di appelli, ve lo chiederò da par mio.
 
Con le CATTIVE.
 
Sturatevi le orecchie, leghisti.
Adesso mi state seriamente stracciando le gonadi con la vostra retorica xenofoba farcita di cazzabubbole salviniane e becera aneddotica da bar (perché altro non é) su presunte invasioni, ebola e rom volanti ospitati a nostre spese in hotel a 5 stelle. Voxnews e losai.net vi fanno una pippa.

A mò di esempio, giusto perché anche persone di limitata comprensione ci arrivino, e perché ho già sentito anche troppi latrati di livello tipo "gnegnegne le prove a me!" ecco una delle ultime sparate del vostro amato ducetto dell'oltrepo.

Mattè, se non fossi pericoloso come sei saresti persino divertente...
E puntuale come la morte, ecco la conferma che si tratta (ovviamente) di una bufala.
 
Mi starei anche UN ATTIMO stancando di ripetere sempre le stesse cose e SEMPRE alle stesse persone. Quindi questa é l'ultima volta che lo dico, poi passo a bannare il superfluo.

Dimentichiamo per un attimo, ma solo per un attimo, che la Lega é un partito incostituzionale, liberista, tea party, parafascista e xenofobo e dovrebbe essere cancellato dalle carte geografiche per mano di qualunque elettore normodotato e parliamo dei fatti, ovvero della sua oscena campagna contro l'immigrazione e di tutto il supporto elettorale che le sta procacciando.
 
Se anche solo lontanamente pensate che le frontiere possano essere chiuse e l'immigrazione bloccata sparando a vista come in alcune democraticissime realtà estere, non solo siete degli illusi ma siete anche xenofobi assassini e della nostra carta costituzionale nonché dei diritti fondamentali dell'uomo (si, gli immigrati sono uomini, mi tocca farvelo notare, come mi tocca far notare che ci sono tanti immigrati italiani là fuori che non gradirebbero accoglienze piombate alle frontiere) non avete capito un tubo.

L'Europa, per quanto in crisi, sarà sempre grazie alle sue condizioni sociali, la sua ricchezza, il suo essere ancora democratica e tollerante, ma soprattutto il suo essere PACIFICA, la destinazione preferita di ogni disagiato. Questo é quanto. Pensare di bloccare questo flusso é come pensare di bloccare la corrente del Golfo con un esercito di militanti leghisti in muta da sub.

Pensavate che scherzassi ehhhh? Ci hanno provato davvero! :D
Questo flusso migratorio va certamente monitorato, va regolamentato, ma NON va bloccato, perché per farlo (fallendo comunque) occorrerebbe usare sistemi da stato di polizia. A Malta le motovedette sparano e affondano le imbarcazioni. In Francia e Grecia sparano sulle coste. Hanno le loro manine sporche di sangue savez-vous? E a parte Malta, che é una roccaforte naturale, non riescono comunque a controllare l'immigrazione. Che strano eh?

Da come parlate voialtri razzisti, sembra poi che chiunque possa entrare in Italia e fare il cazzo che vuole, delinquendo impunemente e rubandovi lavoro, soldi e verginità anale pure. Ma state male.

L'immigrazione in Italia é GIA' monitorata e l'impianto legislativo attuale é PIU' che sufficiente a gestirla. Se ci sono dei problemi, come campi rom mal gestiti, tolleranza all'illegalità delle autorità e simili, la colpa é esclusivamente delle amministrazioni locali e della mancata applicazione di leggi esistenti. Se il PD qua a Torino gestisce di merda il campo rom di via Reiss Romoli esasperando i cittadini, ma poi piglia il 50% alle elezioni comunali, SIETE PREGATI DI NON ROMPERE I COGLIONI PERCHE' SONO STATI VOTATI ANCHE PER QUELLO.
 
Salvini, che fa bene ricordare gioca a fare l'alleato con i FASCISTI DI CASAPOUND, alleanza su cui c'é la riverita firma vostra e di quelli che ragionano come voi, va ben oltre l'illuminato pensiero di un Brancaccio a caso (ovvero che l'immigrazione debba essere controllata specialmente in un sistema liberista perché rischia di peggiorare le condizioni del mercato del lavoro).

Eccoli qua, quelli che "superano a sinistra tutti in Italia".
Direi che nella foga han fatto il giro...
 
 Salvini invece usa l'argomento come false flag, per fomentare ODIO per bassi scopi elettorali distogliendo l'attenzione dalle sue stesse mancanze e dai veri problemi. E MENTE continuamente e spudoratamente sull'argomento, a suon di dati falsi, bufale sensazionalistiche, allarmismo infondato su malattie e simili mistificazioni. Con quest'effetto.

Il livello del fact checking é oltre 9000!!!!!!!

Si guarda bene dal dire che chi ha portato l'ebola in Italia non sono stati i negri sporchi e cattivi bensì l'esercito americano. Si guarda bene dal sottolineare la portata degli introiti fiscali degli immigrati regolarizzati, si guarda bene dal dire che grazie agli immigrati riusciamo a far funzionare settori in cui semplicemente gli italiani bontà loro non vogliono più lavorare, come quasi tutti i lavori logoranti e manuali. Si guarda bene dal dire che le sue leggine del cazzo come la Bossi-Fini non solo non hanno risolto un tubo, ma hanno peggiorato il problema dello sfruttamento dell'immigrazione (e gli sfruttatori sono italiani, brava gente ehhh), perché hanno reso gli immigrati indifesi e ricattabili di fronte ai padroni, buoni solo a cogliere pomodori a 5 euro al giorno in nero. Si guarda bene dal dire che per noi gli immigrati sono un INTROITO NETTO a livello di bilancio statale e non una cazzo di VOCE DI PERDITA.
 
Ma soprattutto, e qui ai giovani fascistelli morirà un mito, NON dice che è stata la Lega, sotto il governo Berlusconi, a firmare la Convenzione di Dublino in cui l'Italia si è impegnata ad accogliere i profughi e trattenerli qui per dieci anni dal loro ingresso. OPS!
 
Ecco, prendetevi in faccia un po' di dati VERI sull'immigrazione e piantatela di ammorbarmi le gonadi con la vostra ANEDDOTICA XENOFASCISTA.
 
ZOMG, é un invasioneeeeehhh!!! Vengono tutti in Italia, altrove li respingonooohhh!!!!

Questa feccia xenofoba che voi amate assai invece continua a sparare cazzate come che gli immigrati siano mantenuti gratis nelle case italiane e negli hotel (wtf?), mente in continuazione sulle cifre e fa credere che arrivino tutti qui (quando stati come la nazistissima Germania ne hanno accolti BEN di più, vedi tabella), e fa credere pure che essi godano in qualche misura di trattamenti preferenziali rispetto agli italiani. Sono TUTTE CAZZATE. Salvini ve lo dice che a Milano le case popolari occupate abusivamente sono quasi tutte occupate da italiani? Buttiamo fuori anche loro, zecche di merda?

Test a sorpresa.
Chi capisce perché questo tipo di informazione é faziosa e manipolata non ha chiaramente votato Lega.
 
Certo che, vi piaccia o meno, se lo stato italiano accetta un immigrato e lo regolarizza, é TENUTO COSTITUZIONALMENTE ad occuparsene, esattamente come dovrebbe occuparsi di un italiano. Ovviamente, se lo stato italiano non é capace di far lavorare gli italiani, non sarà nemmeno capace di far lavorare gli immigrati.

Ma la colpa é del sistema ordoliberista, non certo dell'immigrazione.

Ecco come siete SERIAMENTE messi.
Voialtri borghesucci di 'staceppa siete seduti ad un tavolo imbandito, il padrone vi toglie un piatto dopo l'altro e voi invece di dare un calcio in culo a lui, guardate storto il commensale con la pelle scura e mettete mano al manganello? QUESTO RAGIONAMENTO DISCRIMINATORIO E RAZZISTA FA SCHIFO E NON LO ACCETTO. E IL BELLO E' CHE ALCUNI DI VOIALTRI SI DEFINISCONO DI SINISTRA. MI FATE SOLO RIDERE.
 
Se tutti gli italiani all'estero (loro non rubano il lavoro altrove invece? Parassiti schifosi che non siamo altro...) dovessero di colpo rientrare qui, non ci sarebbe lavoro nemmeno per loro e perderemmo persino il flusso in ingresso del loro reddito, oltre agli aggravi per ammortizzatori sociali per il loro mantenimento. Ehhh, ma loro sono italiani, mica qualche NEGRO PULCIOSO. E questo é esattamente quello che potrebbe succedere se mai l'Italia introducesse cazzate normative come quelle che anelate. Anzi, sta già succedendo. Guardate un po' di che si parla in Inghilterra... Eh, si, c'é sempre qualcuno più a nord di voi e con le vostre stesse becere idee in testa.
 
Salvini, per contro, si GUARDA BENE dal denunciare il sistema ordoliberista che lo mantiene da un trentennio, ed è grazie alla libera circolazione di capitali che i suoi soldini sono partiti con biglietto di sola andata per la Tanzania. Ma si scaglia contro l'euro, povera stella. Lo stesso euro su cui persino Renzi comincia a riposizionarsi talvolta.
 
Volete capire o no che per la Lega l'euro é sacrificabile, ma il liberismo NO? Avete mai sentito parlare Salvini del TTIP? Il solo Borghi e pochi altri han detto qualcosa sull'argomento, ma in programma ufficiale non c'é un emerito cazzo. E voi state quindi supportando un partito che non ha mai detto un cazzo sul TTIP, ovvero il turboliberismo sfrenato e il colosseo marchiato Coca Cola con steroidi.

Ehhh, si ma loro sono #noeuronoeuronoeuro, quindi sono i meno fascisti di tutti giusto?!?!!!111!1
 
Il vostro vate si guarda poi bene dal parlare di problema demografico (entro il 2050 la maggioranza in Italia sarà settantacinquenne, non ve l'ha detto La Padania? e chi gli pagherà le pensioni? Salvini con i soldi in Tanzania?), di fuga di cervelli e delle sue CAUSE, di assenza di politica industriale, di distruzione della nostra scuola, di politica energetica, etc. Ovvero di tutte le cose che davvero servono all'Italia per non essere più un pollo da spennare preda dei mercati e  del vincolo esterno.

Al massimo arriva a parlare dei marò, tra un apologia dei roghi di terroni e l'altra.
 
Sapete cosa state chiedendo votando quell'individuo? State chiedendo che venga abbandonato l'euro (lol) per continuare a fare le stesse identiche cose, tra cui liberismo e privatizzazioni, fuori. Ammesso e non concesso che non implodiamo nell'uscita, sarebbe MOLTO PEGGIO di adesso. E si, state chiedendo il ritorno a leggi razziali, la secessione, e l'arrivo in parlamento di gente che nell'anno del signore 2014 si definisce con orgoglio fascista.

Io sarei prevenuto sulla Lega come latrano taluni?

No cari, siete voi che siete:

LIBERISTI
SECESSIONISTI
XENOFOBI
SDOGANATORI E ALLEATI DI FASCISTI


e quel che é peggio

IGNORANTI PER SCELTA

Discorso chiuso. Questo blog é DELEGHIZZATO a partire da adesso. Meritate l'oblio.

ADDENDUM del 27/11:
A scanso di equivoci, cari leghisti, non ho cambiato idea di recente su di voi. E menchemeno sarei "sbroccato" (cit.) tutto d'un tratto. Semplicemente per i miei gusti, il riscontro elettorale e la diffusione delle vostre "pittoresche" (e fasulle) idee hanno oltrepassato il livello di guardia che vi rende pericolosi. Euro o non euro. Non posso tollerare di essere circondato da persone che provano empatia per idee come le vostre, in un contesto in cui la disperazione delle persone cresce di pari passo con l'odio verso i FALSI responsabili della crisi che voi CRIMINOSAMENTE indicate.

E io SO perfettamente che molti amici dell'ambiente antisistema sono quasi intimoriti nel criticarvi, vista la potente retorica messa in campo dai vostri supporter di primo piano, come il noto (e falso) adagio "euro=fascismo, noeuro=speranza". Ai tempi delle elezioni europee sul mio blog e altrove avevo messo seriamente in guardia sul rischio che avreste comportato. Ma molti minimizzarono dicendo "Sono solo le europee, di che ti preoccupi", al che io replicavo "Già. E quale miglior trampolino di lancio per le POLITICHE?" TAC! 30% (in crescita).

Mi cito dal post del 23/5/2014:
"NON voterò Lega e invito a NON farlo. Mi spiace per il prof. Borghi per cui ho la massima stima, ma il mio voto non darà neppure una briciola di denaro, visibilità e potere ad un partito che dalla sua nascita stupra la Costituzione in tutti i modi possibili e che affibbia tutt'ora la responsabilità della crisi agli immigrati e al mezzogiorno. Anche qualora dovesse chiudere con l'euro, la Lega é del tutto intenzionata a procedere poi come ha sempre fatto, fra secessionismi beceri, logiche tea party di tagli al bilancio di Roma Ladrona, e facili condanne al fenomeno dell'immigrazione, che Salvini stesso ha spesso irresponsabilmente definito la causa della crisi, scatenando indesiderabili guerre tra poveri fra scroscianti applausi del PUD€. Taccio per non nominare Keynes invano sull'appoggio leghista ai secessionisti veneti e agli assassini del povero Aldovrandi. Come? Le elezioni europee non sono le nazionali? E chissenefrega. La dignità umana non é in vendita, e attaccare l'euro darà a questa gente anche troppi consensi in vista delle prossime politiche."

Se qualcuno là fuori continua incautamente a portarvi voti e potere vendendo la storiella per minus habens che il solo parlare dei problemi dell'euro vi renda votabili, io intendo agire in senso uguale e contrario di qui alla fine dei tempi. E per mia fortuna, di argomenti me ne date anche troppi.

Con voi non vi sarà alcun dialogo che non si apra con una vostra TOTALE ammissione di malafede nel portare avanti certi argomenti, le SCUSE pubbliche per tutti coloro (italiani del sud inclusi) che avete insultato e umiliato negli anni, inclusa la Costituzione e la bandiera italiana, la presa di distanza immediata da qualunque gruppo (para)fascista esistente e un chiarimento esaustivo sulla vostra posizione TUTT'ORA LIBERISTA.

Io per avervi attaccato pubblicamente portando DATI DIMOSTRABILI E OGGETTIVI, in nemmeno 24 ore mi son preso del (catto)comunista, del grillino(sic!), dello sbroccato, del "santone", dell'idiota e del traditore anche da persone di cui ho/avevo una qualche stima. Ma sapete che c'é? FOTTE SEGA. Ho visto tentativi ben migliori di intimorirmi.

Sappiate che mi opporrò ora e sempre al modello di società e alla traiettoria culturale che avete in mente per questo paese, e incoraggerò chiunque in qualunque situazione ad imitarmi. Anche da solo se necessario. E ora sublimatevi. Click.

Ci vediamo in mischia.
Mattia C


 

43 commenti:

  1. Finalmente un ottimo post di qualcuno che la pensa come me. A proposito, Mattia, noto spesso che quando scrivi su internet, come capita a chi ha un pensiero critico e libero da pregiudizi, purtroppo, arriva sempre la zanzara che si crede il grillo parlante a ronzarti fastidiosamente sulle orecchie, per farti sentire in colpa.
    Io personalmente non solo mi limiterei ad usare l'insetticida, ma prendere esempio dal M° Inglese di youtube. I metodi con cui scaccia via i troll sono insuperabili :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio.
      Ma vedi, compatibilmente con il tempo che posso dedicare a tutto ciò, io VOGLIO che vengano e possibilmente che argomentino. Così posso mostrare a tutti le falle dei loro ragionamenti populisti e la xenofobia di fondo. Lasciate che i camerata vengano a me...

      Elimina
  2. il problema non è la lega in quanto tale.

    forze del genere hanno sempre tratto consenso in momenti simili. storicamente proprio.

    il problema è il silenzio assurdo delle forze cosiddette costituzionali (che in realtà non lo sono) riguardo a questi temi.

    come per l'euro. se non ne parli poi il primo che imbraccia il tema con forza fa il pieno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià.
      E' un grosso problema, che Riscossa sta cercando di affrontare su tutti i fronti disponibili. Il dibattito, con i corretti argomenti, deve partire in tutte le forze politiche. E i temi populisti cari a lega e M5S vanno affrontati senza ipocrisie, disinnescando quindi le loro fonti di voti principali. Certo, nessuno potrà mai impedire a Salvini di disinformare e agli ignoranti di bersele, ma come dici tu... Ci vuol poco a disinnescarlo. Basta volerlo.

      Elimina
  3. Bravo Luca Tonelli
    Inutile sbraitare contro i Leghisti, senza dire nulla contro TUTTI, dicasi TUTTI, m5s per primo, che non hanno mai affrontato certi scomodi problemi. Che sono EURO e globalizzazione. E globalizzazione che altro significa per noi se non delocalizzazioni e selvaggia immigrazione stracciona? Se de-leghizzi questo blog, con la stessa logica lo devi de-pidinizzare, de-5stellizzare etc etc, TUTTI compresi. Eppoi che fai? il santone sulla vetta della montagna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro lei, dal suo messaggio deduco che si sia perso...diciamo i miei 70 post precedenti, che di fatto sono un'unica analisi del problema attuale con valutazione delle risposte politiche a nostra disposizione, dal m5s al partito dei pensionati, esponendo per ciascuno pro e contro.

      "E globalizzazione che altro significa per noi se non delocalizzazioni e selvaggia immigrazione stracciona?" E da questo invece deduco non solo che non ha letto il mio articolo, ma che sia proprio uno dei soggetti cui ho rivolto ogni epiteto in rosso alla fine del post. Non avendo capito un emerito tubo delle ragioni per cui siamo in crisi, ovviamente darà il suo voto e il suo supporto a chi le propone le soluzioni errate. Che ovviamente, al netto della sua evdente e odiosa xenofobia, NO funzioneranno. Saluti.

      Elimina
    2. Magari tutti e 70 non li ho letti, ma parecchi si, e pure apprezzati. Di sicuro ho letto quest'ultimo, sennò che senso avrebbe qualsiasi mio commento?
      Volevo solo significare che nelle emergenze politiche, come in quelle della vita, bisogna sforzarsi di usare una dote che in questo post le difetta: il pragmatismo, alias buon senso. Inutile dirle che io non sono leghista PER SE, ma posso dirle per esempio che ad oggi considero Renzi più fascista di Salvini (e peraltro vedasi Lameduck , Orizzonte48 e Fusaro sull'assurdità dell'antifascismo in assenza di fascismo, ma vabbè). Ciò non mi impedirebbe domani, e dico domani, di girare su Renzi tutto il mio appoggio politico se vedessi che, fulminato sulla via di Damasco, un sabato mattina emettesse decreto di urgenza di abolizione dell'Euro come valuta a corso legale in Italia. Poi potremmo pure tornare a scannarci su mille altre differenze di vedute, ma se c'è una comunione sincera su una emergenza, mihi sufficit. Perchè se aspettiamo il politico perfetto del partito perfetto, e se aspettiamo che un paio di milioni di Italiani si iscrivano a Riscossa Italiana, moriremo elite tanto intellettuale quanto impotente quale siamo ora, mentre l'altra elite, quella che si mangia il mondo, continuerà indisturbata incurante dei nostri blog e delle nostre Associazioni d'avanguardia. Sperando di non avere urtato nè Lei nè altri lettori con quanto sopra, la saluto.

      Elimina
    3. Ok, e allora sappia che non ho in passato risparmiato critiche a nessuno, ma proprio nessuno, del panorama politico italiano presente e futuro, quando ho avuto il sentore che la loro azione politica fosse pericolosa. Nel post precedente, ad esempio, davo addosso al referendum sull'euro, proponendo una collaborazione con il m5s per limitare i danni. Vedremo se accettano.

      Poi, come avrà notato non ritengo affatto un assurdità l'antifascismo. Perché intanto, con buona pace del titolo XII cost., il fascismo é vivo e vegeto e sopravvive in varie forme. Come quella palese di casapound o quella più criptica degli organi di poteri europei. Ma al di là del mio disgusto per chi nel 2014 parla di leggi razziali, duce et similia, c'é un problema di carattere politico e comunicativo. Nel momento in cui permettessimo che nel frame comunicativo del recupero della sovranità popolare e della legalità costituzionale entrino istanze xenofobe, nazionaliste, fasciste o riconducibili a queste, saremmo belle che panati. Diverremmo politicamente impresentabili in italia e all'estero.

      Già é quel che il m ainstream ha sempre cercato di fare, ma capirà che offire loro questo match point su un piatto d'argento é folle. Ergo, per il bene della causa é esiziale che tutto ciò resti nelle fogne, dove deve stare.

      Concordo con lei che non solo non dobbiamo attendere il partito/politico perfetto, ma anche che questa crisi sarà condotta verso un'evoluzione (non parlerei di soluzione, non sono così ottimista) dagli stessi che ci han trascinato dentro, ed é per questo che riscosa agisce come agisce verso questa gente che altri "alleati" apostrofano come traditori, recando un danno enorme al nostro lavoro.

      Sul pragmatismo, torno a ripetere, come ho anche scritto in una risposta poco più sotto questa... Se la Lega con le sue ricette offrisse una risposta che io giudichi funzionale almeno un poco alla risoluzione dela crisi, potrei capire, anche se non condividere, la sua posizione. Ma come ho cercato di dimostrare più volte qui, una risposta liberista no euro (che é il piano attuale della Lega) é un qualcosa di MOLTO peggiorativo rispetto alla realtà attuale. E non solo non va perseguita, ma occorre mettere in guardia chiunque da essa, specie le persone disagiate o disperate o scarsamente informate che potrebbero farsi abbindolare da quella che io giudico essere nulla più che una raffinata operazione di gatekeeping.

      Sarò ben felice di essere smentito dall'evoluzione dei fatti, qualora lo stimatissimo prof. Borghi riesca a fare cambiare idea alla Lega, ma ad oggi essa per me é e rimane pericolosa e invotabile.

      Elimina
    4. A mio parere non esiste una risposta liberista no euro, come non esiste una risposta progressista no euro. Quando si capisce che la moneta unica e la UE per come si è concretizzata sono un cappio mortale per la nostra economia e la nostra democrazia, non si è nè di destra nè di sinistra, ma solo cittadini che colgono il ganglio principale di questa crisi senza fine. E se devono cercare forza e visibilità, lo devono fare in primis con chiunque abbia colto il ganglio, indipendentemente dal percorso secondo cui ognuno è arrivato a capire. Quando i partigiani formarono le bande tra le montagne, non perdettero tempo a frignare eh ma tu no che sei comunista, e tu nemmeno che sei monarchico, e tu vade retro che tuo zio è il gerarca di Rapallo. Queste divisioni, molto importanti, furono affrontate DOPO, e con toni di riappacificazione nazionale degni di giganti, una volta riacquistata la democrazia. Perchè in democrazia (al contrario che in UE) esiste l'alternanza, per cui non è nemmeno detto che una vittoria temporanea di visioni liberiste del mondo e dell'economia non possa essere scavalcata anche dopo breve da visioni progressiste e viceversa.
      Per evidenziare l'inutilità (almeno ora) di certe divisioni vetero-ideologiche, non le pare assurdo che la Lega, che lei taccia apertamente di fascismo, sia l'unica in Italia ad opporsi fieramente alla fascistissima UE dei non eletti? E che dire dell'accusa di liberismo all'unico partito che ha votato contro il liberisticissimo fiscal compact e all'unico partito che si è astenuto dal voto al liberisticissimo pareggio di bilancio, in tempi in cui solo ristrettissime cerchie sapevano che piffero fossero o significassero?

      Elimina
    5. continua...
      Io non sono leghista, nè voglio convincerla di alcunchè, ma la invito a riflettere sul perchè l'ignorantissima (dice lei) Lega sia stato il primo partito a capire con enorme anticipo il problema dell'Euro, fra cotanta folla di raffinatissimi sodali in Parlamento. Lo sa perchè? Ma perchè solo i leghisti, che fino a ieri si millantavano - illusi - come i teutonici d'Italia, potevano essere svegliati dal ceffone della Storia che li obbligava a riscoprirsi, nei fatti, solo i terroni d'Europa. E fra il 99% del panorama politico ancora fermo al giurassico "ci vuole più Europa" o "ci vuole un'Europa solidale", come fa lei a non essere ammirato dal percorso stellare che la Lega ha fatto in questi pochi mesi, capendo che Lira Italiana era per il Nord Italia quello che è ora l'Euro per la Germania (visti io in streaming i leghisti posti di fronte a questa realtà da Borghi, tutti zitti a testa bassa come bambini monelli). Come fa a non cogliere lo sforzo titanico che ha dovuto fare Salvini con se stesso e con i Suoi nell'andare di persona e più volte nell'(ex) odiatissimo Sud, sapendo per certo che sarebbe stato preso a pesci in facccia, solo per far cercare di passare il messaggio che al momento quel che importa è quello che faremo come italiani? Oh Certo, il passato della Lega esiste, non eccelle in raffinatezza e può essere non facile mettere in secondo piano. Ma è un passato in cui vigeva un'altra moneta, un passato di secoli fa quindi, mentre tutti gli altri sono rimasti nel loro eterno presente di elegante, approfondito, vuoto pneumatico totale. E' con questi ultimi che io, a differenza di lei, faccio una fatica boia a pensare di relazionarmi. Ma so che si deve, come lo fecero 70 anni fa i partigiani fra loro prima e i Costituenti fra loro poi.
      Concludo che per me fa prova di sincerità assoluta di Salvini e quindi della sua linea economica l'avere candidato prima alle Elezioni Europee e nominato poi nel posto chiave di responsabile economico del partito il Prof Borghi: ovvero un uomo totalmente libero da ogni legame di partito e di ideologia partitica, proprio in un partito tradizionalmente militante, e quindi totalmente alieno dal concetto di personalità politica interna libera ed indipendente. Anche questo un altro passo da gigante, in un'Italia di nani eleganti. Mihi sufficit, a che fare e con chi tutto il resto penserò dopo.

      Elimina
    6. "Non esiste una risposta liberista o progressista all'euro"
      E' qui che casca l'asino. Mi permetta ma questi ragionamenti alla "fine della storia" valgono fino a un certo punto. Lei pensa che uscendo dall'euro basterà di per sè a star meglio? Non esiste solo l'euro purtoppo, come non esisteva solo Berlusconi, quando si decise di mandarlo via a furor di popolo:
      http://www.keinpfusch.net/2014/05/chi-ha-ucciso-l-uomo-nano.html

      Per me non c'è problema, dall'euro si può uscire domani. Basta ricordarci che la storia non è a compartimenti stagli ma continua e continuerà fino a quando una supernova ci cancellerà dall'Universo.

      "Questa guerra sarà l'ultima delle guerre"
      (Woodrow Wilson sulla I guerra mondiale)

      Elimina
    7. Visto che si cita solo la prima riga di due lunghissimi commenti, ci si periti di analizzare almeno anche l'ultima: mihi sufficit (la sufficienza, il "6 meno meno" come quando eravamo a scuola, non potra mai essere motivo di "fine dello studio") e al dopo ci penseremo, e faremo, quando il dopo arriverà.

      Elimina
    8. Ho letto tutto, mi interessava la prima frase, ma se vuole perito anche l'ultima frase: "a che fare con chi e tutto il resto penserò dopo"

      Al penseremo dopo lo dicevano anche gli antiberluscones quando l'uomo nano fu eliminato (repetita juvant): http://www.keinpfusch.net/2014/05/chi-ha-ucciso-l-uomo-nano.html

      Ma come? Non starai mica paragonando Berlusconi all'euro? Sì, io paragono l'euro a Berlusconi così come a Craxi e Andreotti. Visto che il mantra di questi venti anni di rivoluzione colorata perenne è stato "poi ci penseremo" e quando è arrivato il famoso tempo in cui bisognava pensarci la risposte diventavano "Quando c'era lui i treni arrivavano in orario", "Si stava meglio quando si stava peggio" "La politica fa schifo" "la Kasta si dimetta!!!111!!"

      Mi scusi, ma sono un secchione, a scuola avevo la media dell'otto, perchè a differenza dei miei compagni di scuola che studiavano all'ultimo minuto perchè poi ci avrebbero pensato dopo (o mi avrebbero obbligato a fargli copiare il compito con atti di bullismo, spero che lei non abbia avuto queste tristi esperienze, caro signor Parchi), io pensavo sempre al dopo per risparmiare fatica e tempo.

      "Il mattino ha l'oro in bocca"

      Elimina
    9. Guido, in breve acconsento di dissentire dalla sua posizione :)

      Faccio presente che l'aver votato contro il fiscal compact, per quanto meritorio, non é indice di non essere liberista. Infatti, usa e inghilterra sono tranquillamente economie ultraliberiste pur non avendo i vincoli dell'euro e facendo spesa in deficit alla bisogna. E la lega si é SEMPRE scagliata contro il settore pubblico e lo stato ladro, proponendo liberalizzazioni e privatizzazioni che sono nero su bianco nei suoi programmi. Non so lei, ma io non ne voglio altre.

      Sul perché la lega abbia sposato il noeuro, la vedo molto fiducioso, e forse fa pure bene. Io però ho un'altra teoria. Tutti e dico tutti i partiti politici italiani hanno al loro interno almeno qualche testa che ha sempre saputo che l'euro era una sola. Quindi perché solo la lega? (a onor del vero anche FDI e CSP, ma transeat)

      Perché stava elettoralmente morendo, e aveva bisogno di una causa veloce ed efficace da attaccare per fare consenso velocemente. L'euro, come del resto gli immigrati, é molto comodo in tal senso perché:

      -é un fattore esterno, esogeno e non tocca la pancia e gli interessi degli elettori, che quindi si sentono assolti da eventuali responsabilità, tipo quella di aver votato a cazzo di cane per 35 anni.
      -essendo esterno, autoassolve chiunque lo indichi come il problema. nessuno criticherà la lega per non aver mai proposto una politica industriale o energetica degna di questo nome, perché "é colpa di bruxelles ladrona" (cit)

      e la cosa, come vede, funziona. La lega ha certamente dei meriti in questo. Ma ripeto, finché parlerà solo di euro e immigrati, e non chiarirà la sua posizione contro il liberismo, non la suggerirò nemmanco come voto emergenziale, restando inalterate tutte le mie altre idee in materia.

      Il prof. borghi sta facendo un ottimo lavoro,e spero continui. L'Italia prima che la lega, ha bisogno di lui. Ma non é affatto riuscito con il suo apporto a impedire che salvini rendesse meno liberista il suo partito e indicasse alla gente false flag criminose come l'immigrazione. Quindi gli dico grazie ma non consiglierò né ho mai consigliato di votare il suo partito.

      ps. A scanso di equivoci, non ho cambiato idea di recente sulla Lega. Penso cose simili dalla sua nascita. Ora sono semplicemente più bravo a raccogliere i dati minimi per mostrare al mondo il loro criminoso bluff.

      Saluti.

      Elimina
  4. https://www.youtube.com/watch?v=i29KmXGUhCs
    Al minuto 3:Tuttiinsieme,nessuno escluso
    Inclusivo significa: Anche i partiti. Anche quelli brutti e cattivi.
    Il che significa che bisogna continuare a dare tutte le controinformazioni(bravo Mattia quando lo fai),ma che questo post e il suo tono sono abbastanza inutili secondo me a meno che,come afferma giustamente il commento precedente sei tornato dall' ade come santone.
    Magari io interloquirei anche fuori di qui per es con Barbara
    http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2014/11/avanti-ripopolo-alla-riscossa.html ...Sui link del Blog di Luciano http://orizzonte48.blogspot.it/2014/05/vincolo-sterno-e-esigenza.html ...siete presenti entrambi ,-)

    cito
    "se uno straniero, nell'osservanza delle leggi attuative della Costituzione, può entrare nel territorio, il livello di assistenza e prestazioni pubbliche connesse ai diritti inviolabili dovrà essere pari, NON SUPERIORE, a quello assicurato al cittadino che si trovi nella stessa situazione di bisogno, per malattia, indigenza e privazione dei beni essenziali per la sopravvivenza.

    non sarà costituzionalmente legittimo:
    a) apprestare ai non cittadini, non dotati della qualità legittima di lavoratore, forme di assistenza superiori a quelle apprestate ai cittadini;
    b) sacrificare il livello essenziale minimo delle prestazioni erogato ai cittadini, cioè il livello che garantisca l'effettività di tali diritti inviolabili e degli impegni gravanti sulle istituzioni democratiche, a favore di non cittadini."

    Allora ,perchè scrivere di questo rischio se in qualche misura questo rischio non sia reale in alcuni casi ?
    Se gli Eurocrati arruolano " in condizioni disumane una una legione straniera industriale di riserva dei disoccupati".
    é chiaro che il problema non sono gli immigrati,ma che il problema lo incarnino si.E in assenza di un discorso serio su questo problema misconosciuto si lascia spazio a populismo.
    Ma se il popolo premia qualcuno almeno riconoscigli che ha premiato quello che ha tentato di parlare del problema.

    RispondiElimina
  5. Eh no pk, non concordo.

    Il tono di questo post é duro nemmeno la metà di quel che sarebbe necessario. Trovo un'assoluta oscenità da sempre il discorso "la lega é no euro quindi la votiamo, quindi gli altri son fascisti etc etc", per i motivi qui espressi, e trovo a dir poco intollerabile che una buona parte di amici e "alleati" nella lotta si spendano quotidianamente per portare voti a codesta feccia. Che con ogni evidenza non ha bisogno del loro aiuto per prendere anche troppi voti.

    Io non sono per le ammucchiate e non lo sarò mai. Né sarò per il "votiamo l'invotabile purchessia". Ci sono delle precise condizioni che pongo per classificare come votabile una forza politica e magari mettere la cribbio di X io stesso, come pure per avviare un qualsivoglia discorso politico con qualcuno, e tra queste:

    -la costituzionalità, almeno teorica
    -la rappresentanza di tutta l'Italia e non solo di una sua ristretta parte
    -il rispetto della vita umana
    -la non xenofobia
    -l'antifascismo

    Mi piacerebbe poter dire anche il ripudio del vincolo esterno e il rifiuto della disinformazione propagandistica e della retorica anti-italiana, ma qui sono consapevole di chiedere troppo. Tuttavia, la lega non rispetta nemmeno una delle condizioni precedenti, ergo per me non é un interlocutore e non lo sarà mai fino almeno a una totale ritrattazione di tutto quanto esposto con tanto di scuse nei riguardi della metà sud degli italiani e di tutti gli stranieri sul suolo nazionale.

    Il modello di società liberista, xenofobo e iniquo che la Lega ha in mente non ha alcuna parentela con ciò che desidero io, ben prima di entrare nel discorso valutario. E una cosa é sicura. Io alla sede di Casapound e simili non mi presenterò mai se non per ordinare l'arresto dei presenti e la confisca dello stabile. Fine.

    E' vero che in condizioni normali un simile partito impresentabile non prenderebbe manco un voto (e infatti si stava estinguendo). Le responsabilità in questo del resto della politica sono chiarissime, Riscossa si adopera anche per mettere in mano a gente vagamente più decente gli strumenti per disinnescare anche la minaccia populista, mica solo quella ordoliberista. Ma PER CERTO la soluzione non é tollerare né fomentare oltre questo clima di simpatia e tolleranza per il simpatico salvini e la sua ghenga di camerata, come fanno molti blogger e commentatori della nostra diciamo corrente di pensiero.

    Si deve capire forte e chiaro che votare Lega non é la soluzione, neppure in via emergenziale, non solo perché le sue ricette sono sbagliate e dannose, ma perché portano con sé tutta una serie di disvalori e pregiudizi che se prevarranno ci consegneranno un paese ben peggiore dell'attuale. Avremo rinunciato alla nostra umanità e dignità per... NIENTE.

    E visto che nessuno o quasi pare vedere questo ENORME problema, lo affronterò io. Anche da solo se necessario, FOTTE SEGA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ca va sans dire, il commento di 48 che hai linkato é ineccepibile, anche se devono ancora spiegarmi i leghisti in cosa gli immigrati riceverebbero tutele superiori agli italiani. Con qualcosa di più che della buona xenoaneddotica.

      Avevo letto il post di Barbara. Poco da dire anche su quello, salvo che ovviamente lei, appoggiando la lega e il ragionamento dietro ad essa, ovviamente non può essere concorde con il presente post. E nelle sue righe leggo una sorta di "inevitabilità" del fatto che gli immigrati debbano pagare il prezzo per primi nell'ambito della nostra lotta all'ordoliberismo. Il che é quantomeno discutibile.

      Inoltre traspare la classica argomentazione destrorsa secondo cui gli immigrati in condizioni normali andrebbero "aiutati in casa loro". Al di là del fatto che occorrerebbe spiegare i costi ABNORMI di una simile impresa e la necessità di accordarsi con regimi che magari di aiuto umanitario cristiano proprio non ne vogliono sapere... E' utopistico al 100% sperare in un futuro non remotissimo in cui il terzo mondo non sia più schiacciato sotto il tallone dell'occidente e che diventi di colpo pacifico. Non accadrà. Basterebbe leggere Mearshaimer o Brezinsky...

      La debolezza e caos in cui versano i paesi disagiati sono una diretta conseguenza delle proiezioni offensive neocoloniali dei paesi egemoni, specie dell'impero americano. E finché questo esisterà nella forma attuale, nulla cambierà. Un suo eventuale crollo poi porterebbe cosneguenze ben difficili da prevedere e certamente non benefiche per i più disagiati, che saranno sempre e solo dei meri numeri sacrificabili per qualsivoglia oligarchia al comando. Si potrebbe FORSE fare qualcosa, ma occorrerebbe prima spiegare all'intero occidente che la sua riccheza, sicurezza e benessere non saranno mai più garantiti perché andranno spartiti. E' un'idea che -io temo- non avrà mai alcun supporto politico. Altro che l'uscita dall'euro, si parla di fantascienza.

      Elimina
    2. Mattia la tutela superiore sta nel fatto che la maggioranza degli immigrati recenti (quelli che fuggono dalle guerre causate dall'occidente) ha un ISEE nullo. dunque per evitare discriminazioni lo stato, per far fronte ai vincoli di bilancio, deve abbassare i finanziamenti o i tetti bassi sotto ai quali vi si accede.

      penso che tu possa capire che un italiano povero, ma con ISEE non basso abbastanza, si senta direi anche giustamente messo da parte.

      c'è poco da fare. la solidarietà faremmo fatica a permettercela anche con sovranità monetaria. è una cosa che dobbiamo affrontare. nel sistema europeo essere solidali con i disperati da oltre mediterraneo significa semplicemente disintegrare il welfare. che infatti è quel che si vuole come obiettivo finale.

      se volessimo fare i seri dovremmo iniziare a dire che mai più un soldato italiano deve toccare quelle sponde. per nessun motivo. mai più devono esserci guerre laggiù. gli immigrati si ridurrebbero drasticamente. poi dotandoci di sovranità monetaria potremmo accogliere, REGOLAMENTANDOLA ATTENTAMENTE secondo i bisogni del mercato del lavoro del paese, la parte residua di immigrazione che sussisterebbe ed integrarla senza destrutturare il nostro welfare.

      e il principio che deve valere è che si accoglie il numero di persone ritenute GESTIBILI. se si deve arrivare ad ammassarle nelle periferie in condizioni di degrado stile USA allora è meglio respingerli.

      ovvio ci si dovrebbe adoperare per accoglierne il più possibile...ma DEVE esserci un livello di vita dignitosa che possiamo garantire. altrimenti il sistema collassa. per italiani ed immigrati e al potere ci vanno i fascisti.

      la sinistra non può NON PUO' continuare a difendere un immigrazione incontrollata mentre appoggia le guerre in nordafrica e i vincoli di bilancio europei. questo è il cocktail letale che porta alla distruzione totale.

      ci vuole umanità....ma anche pragmatismo.

      Elimina
    3. "si senta direi anche giustamente messo da parte"

      i finanziamenti non vengono concessi più a nessuno, mica solo agli immigrati. E questo perché el aspettative sulla ns economia son pessime, non a causa dell'immigrazione. Siamo seri. Semmai é criminoso che qualcuno USI questo fatto (ovvero la stretta creditizia generale causata dall'austerità) per dare addosso agli immigratie fomentare odio. E se anche qualche italiano si sentisse sminuito (e so che é così, i dati elettorali la dicono lunga) noi dovremmo semmai aiutare a stemperare le tensioni e fare corretta informazione, non empatizzare per un partito di debosciati xenofobi che marcia sul sangue altrui. Va tenuto sotto una lente critica come E BEN PIU' di tutti gli altri.

      In ogni caso questo post non implica affatto che non dovremmo gestire l'immigrazione come fan tutti (per inciso: se altri sparano a vista, non é una ragione per imitarli), ma richiama l'attenzione sul fatto che esistono flussi assolutamente inarrestabili e incontrollabili. Manco con le cattive. Pensare ad una fine delle guerre fuori UE é pura utopia, spero che tu lo capisca. Anzi, con il progressivo peggioramento della crisi USA, esse sono destinate ad aumentare, non a diminuire, all'aumentare dei nuovi poli di potere politico e militare.

      Quindi, sovranità monetaria o meno, il problema va gestito. E se l'approccio boldriniano é idiota e pericoloso per il nostro mercato del lavoro e per gli assist che offre ai fascisti, l'approccio salviniano é velleitario, intellettualmente disonesto e xenofobo.

      C'é una bella differenza fra l'approccio di FDI che parla di immigrazione da regolamentare meglio e quello della Lega che induce all'odio disinformando e accusando l'immigrazione di essere la prima causa della crisi, salvo poi rimanere su posizioni oscenamente liberiste in economia. Due pianeti diversi. La lega ad oggi é invotabile e indifendibile.

      Elimina
  6. perchè non ti porti a casa tua 10 ,20 0 100 clandestini e te li curi ed accudisci amorevolmente? è che purtroppo sei il solito radicalschic che prende per il culo le persone che lavorano e mandano avanti la baracca che tu sfrutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I clandestini ce li hanno mandati i tuoi amici ammerregani, ma voi continuate a cianciare di alleanze storiche tra USA e Russia contro i mussulmani di merda.

      SVEGLIA!!!

      Elimina
    2. @anonimo 1 "Gli inviti ad ospitare rom e malati di ebola non si contano più."

      vedi? siete talmente delle macchiette che prevedo le vostre risposte anche prima che i vostri microcervelli le concepiscano.

      Elimina
  7. il tono palesemente ironico (stra)copiato alla Bagnai rende ancora più ridicolo questo papelo la cui unica funzione è quella dell'accartocciamento su se stesso per infilarselo diretto nel deretano: buona battaglia con i mulini a vento, don chisciotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Mario, per fortuna lo stile di Bagnai non mi appartiene né mi apparterrà MAI. E' un privilegio che sono ben felice di lasciargli. :) anche tu tui sei perso i miei 71 post precedenti?

      Elimina
  8. Io ho trovato un compromesso accettabile votare un candidato indipendente come Borghi alle europee (non alle nazionali!!).
    Mi sono sbronzato nonostante i miei problemi allo stomaco e ho dovuto prendere nell'ordine prima il Plasil e poi il Maalox per riuscire a mettere la X su "Lega Nord". Ma ho preferito questo all'astensionismo (Parlo delle Europee sia chiaro!).

    Ma se uno sceglie di votare Borghi per inviare un messaggio euroscettico di presa di coscienza verso la classe dirigente, non significa che debba appoggiare tutta la merda che propina quel partito! Borghi la appoggia (In modo molto velato e diplomatico) perchè è costretto se vuole che la Lega gli dia voce.

    Purtroppo molti imbecilli pensano che spingendo in alto il partito con la xenofobia ecc.. spingono in alto anche il #noeuro. Peccato che se la lega prende i voti grazie alla xenofobia, il #noeuro finisce nello sgabuzzino insieme a Borghi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Borghi da un certo punto di vista sta facendo un lavoro eccezionale, ma quella merda di partito lo sta strumentalizzando proprio ai fini che sottolinei tu. E l'ottimo lavoro di Borghi rischia di diventare un boomerang. Perché fornisce credibilità accademica e una faccia pulita e professionale ad argomenti impresentabili. E difatti sono al 30%, felicemente xenoliberisti, e chi li schioda da lì?

      Peraltro aspetto al varco tutti quelli che "li voto solo perché sono le europee". sono ragionevolmente certo che lo stesso esito avrebbero nuove politiche...

      Elimina
    2. Può darsi, ma di sicuro non da parte mia: Non posso essere socio fondatore di Riscossa e votare un partito incostituzionale alle politiche, c'è un limite ai compromessi che posso accettare pur di evitare l'astensione!

      Se proprio vogliamo fare le pulci Mattia, riguardo alla xenofobia anche FdI ha i suoi begli elementi in questo settore, alla fine tu hai ritenuto il compromesso più accettabile votarli, e in effetti penso che non avevi torto. Parliamo di un partito con un'alta componente xenofoba pure esso, ma hai ritenuto che nella situazione attuale era il compromesso meno nauseante, e pur sempre meglio dell'astensionismo.
      Purtroppo finchè non nasce una sinistra con un po più di coscienza (io sto sperando in Fassina &co.) si è costretti fare questo tipo di compromessi, con grande malincuore!

      Elimina
    3. "Non posso essere socio fondatore di Riscossa e votare un partito incostituzionale alle politiche, c'è un limite ai compromessi che posso accettare pur di evitare l'astensione!"

      Riccà, hai appena vinto internet.

      Cmq, su FDI: vero, e confermo quella scelta, per quanto non ne sia entusiasta. Ne parlammo a lungo e non sono pentito, anche se il consenso che ha quel partito é minimizzato da una strategia comunicativa non all'altezza.

      Ma FDI, per quanto non sia immune da tentazioni xenofobe, é sempre rimasta sopra il limite della decenza, non é un partito anti-italiano e anti-statalista, non ha mai indicato gli immigrati come la causa della crisi e non continua a disinformare fomentando odio, anche a costo di perdere voti rispetto alla Lega. Questo é un atto responsabile che in caso di elezioni politiche ora gli varrebbe il mio voto.

      Apprezzo molto il riposizionamento di Fassina e co, ma temo non approderà a nulla entro le prossime politiche.

      ps. Leggevo ieri la presa di posizione di FDI contro il TTIP e le sanzioni alla Russia. Molto molto bene.

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. Ave Massimo.
      La tua idea é suggestiva, ma trovo improbabile che Fassina e co. escano a breve dal PD. Per conto mio sceglieranno la strada (rispettabile) della lotta interna.

      Elimina
  11. basterebbe alleanza notipp noeuro tra nuovo partito di sinistra (con a capo Claudio Borghi, non Fassina e co) e lega

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me parlare di alleanze è un po' fuorviante. Mi spiego meglio: il mantra di unire le forze è il mantra che ci ha portato aventi per vent'anni (io ho formulato la mia personalissima teoria secondo cui in molta gente l'euro ha sostituito in qualche modo Berlusconi). E com'è finita? che a furia di parlare di alleanze non si è parlato di programmi. Ma i programmi stanno alla base delle alleanze. Senza di quelle si costituiscono solo armate brancaleoni.

      Mi permetta, Massimo, ma un partito di sinistra alleato con la lega mi sembra alquanto utopistico, visto che dubito che accetterebbero la flat tax o altre cose di cui vi è abissale divergenza di vedute.
      Ma questo non è colpa di nessuno, la realtà fattuale è che si è perso il vero significato di politica che è lungimiranza e lungimiranza è qualcosa che va ben più oltre del sei meno meno (come ho cercato di spiegare all'amico commentatore di qualche rigo più sopra). Ora appare che indubbiamente gli unici lungimiranti sono stati i padri costituenti, ma francamente paragonare Togliatti a Fassina e Salvini a De Gasperi o Einaudi mi sembra esagerato (e con questo non voglio dire che lei pensi qualcosa di simile, sia chiaro).
      Questo secondo me è il problema, il fatto che il dibattito si perda in mille ruvoli perchè non si fanno altro che continui paragoni forzati con la storia. Nel '45 il nemico era fattuale e reale, quindi più facile da scacciare, oggi è meramente virtuale, e chi combatte oggi, piaccia o non piaccia, non è paragonabile assolutamente a chi lo combatteva ieri.
      Lei che è stato un eroico gladiatore, ad esempio, le piacerebbe essere paragonato a Mauro Marin?

      Elimina
  12. Risposte
    1. Grazie Paolo.
      Spero che post come questo aiutino le persone intimorite da tanto becero e ignorantissimo odio, o che addirittura lo ritengono un male necessario pur di uscire dall'euro,a farsi domande e rivedere certe posizioni. Un abbraccio. :)

      Elimina
  13. Condivido e avrei molto altro da aggiungere al tuo J'accuse.
    Tuttavia il voto è l'unica cosa di democratico che rimane e allora, fintanto che non si svilupperà un dibattito (serio) no € anche in altri partiti, credo che l'unica possibilità sia votare lega.
    Quando a sinistra capiranno che i suoi elettori storici preferiscono un partito xenofbo e dichiaratamente di destra ma che risponde alla loro necessità di sopravvivere con l'eliminazione dell'ostacolo più grosso forse sarà il momento di tornare a votarli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un rischio che si poteva FORSE correre alle europee Valerio. Alle politiche correre questo rischio con i numeri che ha la Lega significa metterli nella condizione di fare (molto) danno. Non posso consigliarlo.

      Elimina
  14. Aggiungo che non condivo assolutamente quello che dici sull'Europa:
    ESSA non rappresenta la pace ma la guerra come dimostrano le varie guerre scoppiate dopo il trattato di Maastricht (Jugoslavia, Kosovo, Georgia, Ucraina) nonché il modo con cui sono state liquidate le repubbliche socialiste (l'annessione della Germania Est, Praga e Budapest trasformate in set di film porno e la concorrenza al ribasso del mercato del lavoro di Polonia e Romania).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho detto che l'UE rappresenti la pace, me ne guardo bene. La mia gatta in panciolle rappresenta la pace, non certo il braccio armato degli USA in europa, il cuneo antirusso pieno di basi militari NATO.

      e tuttavia la UE, insieme con gli USA, é la zona più pacifica del mondo. La sua pace si regge sull'oppressione altrui e sull'influenza USA, e siamo d'accordo, ma l'effetto é che non vi siano guerre se non ai margini dell'Ue stessa. E azi, questo elemento favorisce la propaganda guerrafondaia atlantica, fornendo sempre nuovi spauracchi per giustificare le aggressioni e gli interventi "di pace" con il popolo bue.

      Nulla di edificante, ma sarà così almeno finché saremo nell'orbita USA.

      Elimina
  15. La feccia sei tu.
    Le arti marziali non ti hanno insegnato il rispetto dell'altro?
    Ti hanno insegnato solo a colpire gli uomini?
    O per te gli uomini da non colpire ed offendere sono solo gli immigrati?
    Se si guardano i dati Istat si vede che in Piemonte circa la metà dei carcerati è di origine straniera.Stessa cosa per la Toscana; nonostante sul territorio gli immigrati siano una relativamente piccola minoranza
    http://dati.istat.it/index.aspx?queryid=6188
    Che hai da dire agli amici comunisti del Fatto che vivono nel mito delle imprese di Stalin,Pol Pot,Fidel Castro ,Mao,Tito(quello delle foibe)?
    Niente vero?
    Sei un ignorante.
    Io sono Italiano e di lavori usuranti ne ho fatti e ne ho visti fare da tanti Italiani con estrema umiltà.
    Ho visto invece tanti marocchini rovinare intere generazioni di ragazzi a Torino con il loro Hashish (droga che ha ucciso pure Bruce Lee),ed uccidere con machete che si portavano appresso in P.za borgo Dora ed al Valentino
    Meglio mille volte Casa Pound ,Lega,Forza nuova ,che il migliore dei comunisti.
    Luca,Torino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti caro coso...
      In casi normali cancellerei post insultanti per la razza umana e per l'Italia intera come il tuo all'istante. In questo caso farò un'eccezione, giusto per far comprendere a chi legge il livello nozionistico e umano tuo e di quelli come te.

      Non meriteresti risposta alcuna né nel merito né nei toni. Ad una bestia io non rispondo. Ma mi limito a dire due cose:

      Citi i dati istat a tuo ovvio uso e consumo. Dovresti anche dire che quasi tutti gli immigrati in carcere sono in carcere proprio per il loro STATUS di immigrati, come ho documentato, e non per altri crimini, materia in cui ahimé gli italiani regnano. Inoltre la tua pittoresca pappardella su tutti i luoghi comuni anticomunisti e l'automatico collegamento "tolleranza=comunismo" (sempre che in Italia nel 2015 abbia ancora senso parlare di comunismo, ma qui andiamo sul difficile e so che non ce la farai) la dicono anche troppo lunga sulle tue nostalgie politiche e sul resto del tuo miserevole caso umano.

      Infine fai il bravo su, non nominare le arti marziali a suffragio delle tue tragicomiche argomentazioni. Davvero, non ci fai bella figura. Anche perché usarle per sostenere che si dovrebbe "colpire" qualcuno piuttosto che qualcun'altro oppure per sostenere che vada rispettato maggiormente qualcuno piuttosto che qualcun'altro implica non avere capito un emerito cazzo. Né filosoficamente né sul piano pratico.

      Tieni guarda, ti dò un filmato visto che non sai leggere e anche sulla scrittura avrei da ridire.

      https://www.youtube.com/watch?v=xRkbjjpq8T8

      "l'uomo di spada é in pace col mondo. Egli non uccide e porta la pace all'umanità".

      PS. Pirla, non esiste un singolo referto medico a suffragio dell'ipotesi che Bruce Lee sia morto per hashish. Sono istruttore di jeet kune do e ho studiato l'argomento, e questo é il mio parere professionale. Non sai assolutamente di cosa stai parlando. In altra sede magari potrei parlare della sua morte, ma come in molti casi, la realtà é molto più semplice e noiosa di qualunque fantasia complottarda di parte come le tue, e inoltre preferisco parlare di COME E' VISSUTO...

      Sostenere poi il gomblotto marocchino per la rovina dei nostri giovani per importazione di fumo é una bestialità così grossa che farebbe ridere, se non piangessi ogni giorno dopo aver incontrato un nuovo coglione come te. Saluti.

      Elimina
  16. Com'era prevedibile il caro coso ha continuato a sclerare e a postare ogni sorta di cazzata. La fonte più credibile che ha postato é "tuttiicriminidegliimmigrati", un noto sito xenofobo che confeziona bufale da dare in pasto ai giocherelloni salviniani, di credibilità e rigore paragonabile a lercio e signoraggio.com.

    Scriverà boiate altrove, con i suoi xenocompagnucci. Specialisti nel cantarsela e suonarsela da soli, finché non vanno a sbattere contro dati e fonti attendibili.

    RispondiElimina
  17. Do you love Coke or Pepsi?
    ANSWER THE POLL and you could win a prepaid VISA gift card!

    RispondiElimina

Fammi sapere che ne pensi...