Ritengo che lo scopo di ogni attivista dovrebbe essere lavorare duramente per aggregare consapevolezza e consenso sui temi più importanti e fare rete, facendo capire alla gente e alle forze in campo quale sia la strada giusta da seguire. Far dialogare chi non si parla più, indurre il dibattito dove non c'é, aprire porte chiuse o che terzi vorrebbero chiudere. E creare nuove sinergie che l'attuale clima generalizzato di radicalizzazione delle posizioni e chiusura preclude.
La massa critica contro l'ordoliberismo, il lobbysmo e contro l'apologia del vincolo esterno é ben lontana dall'essere raggiunta, e a mio modo di vedere un dibattito che partisse in una CGIL o in un PD, da altri apostrofati come "collaborazionisti da distruggere", sarebbero una vittoria. Ma perché ciò avvenga occorre parlare, non liquidare o accusare o insultare. Anche se ne avremmo tanta voglia. Io per primo.

mercoledì 9 ottobre 2013

No, non fuggirete. So what? Guerrieri o carne da macello?

Spiacevoli ricorrenze. Il mio sangue veneto ribolle.
No, non c'entra col post. Ma dovete incazzarvi.
Buon giorno e buona resistenza a tutti (quei pochi che resistono si capisce).

Oggi sono di cattivo umore. Troppo. E' quindi il caso di condividere un po' di karma negativo e fare incazzare qualcun altro oltre a me.

Probabilmente tutto risale a ieri pomeriggio, quando un mio amico attivista del Movimento 5 Stelle, sconsolato da come eserciti di piddini ormai difendano la loro indifendibile icona elettorale mentendo senza vergogna o arrampicandosi sugli specchi meglio di Peter Parker, sia arrivato a chiedere innocentemente sulla sua bacheca il perché continuino a farlo e a votarli.

Domanda legittima, davvero. Perché nonostante ruberie conclamate, tradimento della patria spicciolo e manifesto, politica rinunciataria e asservita ai poteri esteri, ricattabilità dai berlusconiani ma soprattutto FEDE INCROLLABILE EUROFASCISTA continuate a votarli? No, seriamente perché rinunciate all'unica arma non violenta rimasta nel vostro arsenale, ovvero il diritto di (non) voto, per votare questi che vi ingannano con una mano e vi vendono agli spagnoli con l'altra?




Beh, lo ha fatto, e la risposta é arrivata, da tal sig. Rovina (nomen omen) che, dimostrando un senno in viaggio per le profondità di Orione, uccide Gesù Cristo una seconda volta proferendo questo:

..e io non sopporto chi bastona asini (e cristi) morti...

Ahhhhh, beh. E' mancata solo la citazione di Clive Barker o della Guarigione di Orione e l'orrore é servito. Per inciso, il "mi piace" é mio. Una simile sesquipedale cazzata merita i posteri.  

"L'essere, ovvero il narrarci é la più forte forma di schiavitù".
Beh, l'essere un completo imbecille par tuo, in effetti lo é.

E che dire del ministro del lavoro Giovannini, che in un rigurgito d'amore per Elsa "choosy" Fornero, oggi se ne é uscito con questa perla:

“L’Italia esce con le ossa rotte dai dati dell’Ocse diffusi ieri: dati che ci mostrano come gli italiani siano poco ‘occupabili’, perché molti di loro non hanno le conoscenze minime per vivere nel mondo in cui viviamo e non costituiscono capitale umano su cui investire per il futuro”

Egregio ministro, ho una teoria. Non sarà che la distruzione progressiva della nostra scuola pubblica e università perseguita efficacemente in questi anni da incompetenti del calibro della Gelmini c'entra qualcosa con la situazione da lei denunciata? E che la disinformazione, l'addomesticamento dei programmi universitari in chiave eurista e soprattutto la trasformazione della forza lavoro in un esercito di precari da call center c'entrino qualcosa con il problemino che lei denuncia? 

Ma poi, egregio, la sua obiezione é pure mal posta e fuorviante. Non sarò certo io a difendere lo stato in cui lei e i suoi predecessori han ridotto la cultura in italia (pensi, é fra le priorità di ARS ripristinare ciò che avete distrutto), ma citando studi molto attendibili...

"L'istruzione è stata statisticamente significativamente e positivamente associata con la successiva crescita solo per i paesi con il più basso livello di istruzione [...] Per i paesi con un elevato livello di istruzione, la crescita era in genere inversamente proporzionale al livello di istruzione stesso."

Bello o brutto, piaccia o no, é così.
E veniamo alla sua augusta fonte, l'OCSE (sisi, erano fra quelli della fobia dell'inflazione e pro austerità espansiva)... Sentiamo cosa ne pensa l'ultimo arrivato, ossia il premio nobel per l'economia Paul Krugman, in un suo recente editoriale...

"Sometimes economists in official positions give bad advice; sometimes they give very, very bad advice; and sometimes they work at the OECD."

Molto british, nevvero? Tanto poté la recente sparata del capo economista dell'OCSE, Padoan (eggià, lo stesso della Fondazione d'Alema!!!). Il signor Padoan ha detto che la crescente percezione che l'austerità è stata inutile o dannosa non è corretta:

"Il consolidamento fiscale sta producendo risultati, il dolore sta producendo risultati," ha detto. E trafelato ha sdottorato che i responsabili politici della zona euro hanno bisogno di fare un lavoro migliore nella comunicazione dei loro successi a una popolazione stanca.


Sì, dovrebbero fare migliore informazione su successi di questa portata, ne convengo!



Ma poi, e prometto che la smetto, egregio ministro, sapeva che gli stessi industriali italiani europei asseriscono da tempo che il primo problema cronico che si trovano ad affrontare di continuo é la mancanza cronica di DOMANDA causata dalla sua beneamata austerità? Le risulta? E' la BCE a dirlo.
Non ce la possono fare...Istruzione non pervenuta...



Non ci crederà, ma guardi cosa la BCE mette ai primi posti nei problemi delle aziende europee...

Qualcosa che somiglia al problema di cui lei va farneticando si trova alla QUINTA posizione...Ben dietro a crisi da domanda e impossibilità di finanziarsi, a causa del credit crunch su scala europea causato dall'austerità e dai fallimenti a catena und disokkupazionen, che stanno riempiendo le banche di crediti subprime in sofferenza.

Lo stesso problema per cui dei miei esimi concittadini non esitano a picchiarsi al quartiere Santa Rita di Torino per il possesso di un pollo arrosto in offerta del valore di CINQUANTA (50) centesimi di EURO!!!

Potrebbe almeno leggere i bollettini delle istituzioni di cui é a libro paga, che diamine. Oggi é MOLTO facile documentarsi per allinearsi un poco agli interessi strategici del paese...

Bene, immagino che di fronte a cotanto sgomento le reazioni dei più siano le solite.
Perdere definitivamente fiducia nella politica e rifiutarsi di darsi da fare in qualunque modo, magari invocando maggior intervento europeo o il solito "più Europa (TM)!!!", chiudersi nella stanzetta sperando che la tempesta passi presto oppure fuggire dall'Italia cercando lavoro altrove. Wunderbar!

Vi risponderò punto per punto aiutandomi con il pensiero di alcuni miei amiconi.
Cominciamo con Uriel, nel suo pezzo "L'abdicazione del popolo sovrano" distrugge chi ancora pensa di non occuparsi di politica o invoca l'arrivo dei viceré della Troika. Enjoy!

"Di solito si parla di abdicazione quando un sovrano decide spontaneamente di disfarsi del potere e lasciarlo a qualcun altro. E l'accostamento mi viene quando, come e' successo oggi, un Testimone di Vienna (un testimone di Geova, ma della scuola Austriaca) si e' inserito con le sue fesserie, miste ad una retorica che e' il 99% dei motivi per cui ho deciso di lasciare l'Italia:  l'immaturita'  politica della popolazione.


La cosa che detesto, e che mi ha disgustato ai tempi della presa di potere illegittima di Monti, e' la determinazione degli italiani a "preferire" o a trovare accettabile che uno straniero governi il paese." [...]
"Quindi, la VOSTRA immaturita' quando dite che "e' un problema europeo", quando dite che "vorrei che ci governassero altri", quando dite che "lavoro? Problema Europeo", quando dite che "Industria? Occorre una politica industriale europea!", quando dite che "ripresa economica? Problema europeo!", e' che quelle cose DOVETE FARLE VOI, perche' anche se lo straniero arrivasse, per poterle fare dovrebbe essere UN TIRANNO.


Esistono DUE categorie della politica: la tirannide, e il suo opposto, la democrazia. "Governo dello straniero che ci aiuta" non esiste. 



E quando fottutamente rinunciate a governare COME POPOLO, state dicendo che volete uno straniero a governare, implicitamente ma automaticamente state dicendo che lo straniero dovra' essere piu' potente di OGNI potere locale, POPOLO COMPRESO!


Questa e' l'immaturita' che avete mostrato quando siete andati ad applaudire per la destituzione illegale del capo del governo eletto, Silvio Berlusconi. Potra' anche fare schifo, ma avete delegato AD ALTRI di scegliere. Avere reso un potere straniero PIU' FORTE di voi, ABDICANDO!



Popolo sovrano significa, appunto, sovrano. E quando il sovrano lascia spontaneamente il potere, abdica. [...]


E vedervi poi piagnucolare raffigurando la Merkel con la divisa nazista, quando voi avete APPLAUDITO l'arrivo di Monti, mi fa capire che non avete ancora capito il meccanismo: lo straniero che vi governa e' PER FORZA tirannico, perche' ha bisogno di POTERE, di essere piu' potente di chiunque, voi compresi. In persona." [...]
"Vi stanno facendo a pezzi (dopo Telecom e Alitalia, avete appena perso Motor Show e salone dell' Auto. Mi chiedo quando le sberle saranno abbastanza forti da svegliarvi), e tutto quello che sapete fare e' invocare un tiranno straniero, cioe' uno straniero che puo' solo essere un tiranno.


No, vi mancano dei fondamentali della politica. E se li avete, allora mi chiedo che cazzo stiate ancora a fare li'. Una nazione  ove il cittadino che si crede intelligente e colto invoca un tiranno straniero al posto proprio, che speranze ha?"

Capito?
Bene. Ma siccome anche un orologio rotto segna l'ora giusta due volte al dì, veniamo a quelli che sperano nel miracolo...che dal barile di feccia fascista che é l'aristocrazia europea possa spuntare fuori come d'incanto un Eurosistema basato sulla solidarietà, i diritti e l'occupazione. Bene, dei progetti europei ce ne parla Herman Van Rompuy, ovvero il Presidente del Consiglio europeo. Enjoy!
Herman Van Rompuy: “Ci aspetta un periodo difficile, lo sappiamo, ma a livello europeo stiamo lavorando il più possibile per promuovere investimenti e crescita. E dato che stiamo lavorando bene nell’eurozona, la Spagna ne trarrà vantaggio. E naturalmente, nel nostro paese, il governo deve fare tutto quello che è in suo potere per promuovere il lavoro con misure specifiche finalizzate all’occupazione giovanile”.

Herman Van Rompuy: L’Unione europea non diventerà mai gli Stati Uniti d’Europa. Siamo 27 o 28 con la Croazia, ciascuno ha la sua storia, per alcuni lunga 200 anni, come per Belgio e per altri è una storia di migliaia di anni. Non siamo come uno Stato americano. Abbiamo le nostre lingue, 23 in Europa. Abbiamo un’identità particolare in ogni nostro stato membro e situazioni molto specifiche dovute alla nostra storia, ma ciò che dobbiamo fare è creare ogni volta che possiamo. Una crisi è un perido molto fecondo per questo, purtroppo dobbiamo creare più Europa, più integrazione europea.”

Tradotto per i piddini: NON ci sarà alcuna Unione Europea basata sulla solidarietà o la democrazia, ma solo una sempre maggiore stretta fiscale. Il sistema economico europeo, per i camerata eurocrati che non avete nessun potere di mandare a casa se non sparandogli in testa, va benissimo così.

E last but not least...Di nuovo Uriel, che ci spiega molto efficacemente, portando l'esempio di cua competenza della Germania, come i nostri "partner" europei stiano chiudendo verso di voi e bloccando a doppia mandata ogni vostro possibile tentativo di emigrare per integrarsi nelle loro economie (ovvero saltare giù dal Titanic per atterrare sull'iceberg in scioglimento dico io). Enjoy!

"Come sapete, e come conferma la rabbia di quelli che vengono qui e tornano scornati, i Mini-job hanno saturato il mercato dei lavoro a bassa specializzazione. Sono perfetti come secondo lavoro di casa perche' non ci pagate tasse e rimanete in classe 3 col fisco, cosi' pensionati, casalinghe, studenti, e tutti quelli che hanno un altro reddito usano i minijob per integrare. Il risultato e' la saturazione del mercato dei lavori a bassa specializzazione. [...]
Ma adesso si sta chiudendo anche la finestra per i lavori ad alta specializzazione.
Chi ha seguito superficialmente la campagna elettorale NON ha osservato un punto della campagna della Merkel: la riqualificazione della manodopera esistente a lavori meglio pagati.


Cosa significa? Significa che intendono dare a chi guadagna poco la possibilita' di rientrare nel circuito scolastico, il quale ha, specialmente per le scuole tecniche, un forte aggancio con le aziende. Questo significa che stanno per partire corsi di "second chance" per tutti i lavori piu' pagati. A questa politica SPD non e' AFFATTO contraria. [...]
Questa e' la politica prossima del governo, e siccome la Merkel e' gia' al potere, i provvedimenti sono gia' ai ministeri, e cosi' stanno gia' iniziando a formare i corsi. Il risultato sara' che ANCHE per i lavoratori qualificati stranieri stanno per chiudersi le porte. Chi vuole entrare si affretti, perche' presto neanche lavori un tempo ricercati come infermieri  e  artigiani saranno piu' ricercati.  "

Bene signori. Spero che adesso alcuni di voi stiano battendo testate al muro. Forti anche.

Perché siete fottuti. Anzi, continuando così, siete destinati a RIDEFINIRE il concetto di essere fottuti.

E quando vi sarete tolti dalla faccia quell'insopportabile espressione (quando la vedo su un adulto) stile "ho appena scoperto che Babbo Natale non esiste", riflettete un poco sulla vostra vita e su ciò che volete fare di voi e dei vostri figli, qualora vi freghi ancora qualcosa del fatto che quella sarà anche la LORO espressione non quando vi beccheranno con le mani in pasta sotto l'albero, ma quando fra non molto proveranno ad affacciarsi al mercato del lavoro italiano ED EUROPEO, ricevendone in cambio una visione da inferno dantesco. QUESTA.

Ops! L'unica con pochi disoccupati vi ha appena chiuso fuori.
Gli altri stanno soffocando. Buone nuove no?
Quindi. Cosa volete fare nella guerra in corso, adesso che vi hanno tagliato la fuga? NESSUNO vi salverà. Manco io o ARS se é per questo. ARS non può impedire che voi continuiate a votare gli stessi delinquenti che ci hanno ridotto così o che continuiate a chiamare presidente questo tizio qua 

Dovete salvarvi da soli. Studiate, attivatevi, militate! I modi ci sono!
L'UME ci chiederà un'ulteriore deflazione non del 10, ma ALMENO del 20% su salari pubblici e welfare. E tutto per abbassare il costo del lavoro abbastanza da rendere i nostri prodotti competitivi per l'export con quelli crucchi. Capite l'assurdità criminale? anche se allora esportassimo qualcosa, lo faremmo a partire delle macerie del nostro stato, con un'industria italiana che non esisterà più e un popolo sottopagato, senza cultura, senza cure decenti, senza democrazia... un Kosovo, un paese subsahariano se preferite.
 
Quello diventeremo. E io intendo impedirlo con le buone o con le cattive.

Venerdì scorso ad Almese non stavo scherzando. Qualunque forza politica non proponga l'uscita dall'incubo (ma come vi ho già accennato c'é modo e modo di proporla, ad es. va imposta PER FORZA la repressione finanziaria) non solo non va votata (fosse anche il Mov5S), ma va DENUNCIATA.

Va attaccata, messa sotto pressione, va azzannata alla gola, perché E' COMPLICE di tutto ciò. 

Vi invito alla massima attenzione contro chi userà in campagna elettorale l'uscita dall'euro (la Lega, ma magari Alemanno, Fini, Berlusconi, Grillo, etc). NON FIDATEVI ALLA CIECA!
Chi dovesse proporvi un'uscita SENZA repressione finanziaria, SENZA protezione dei salari, SENZA politiche di piena occupazione, o magari con l'atroce RISTRUTTURAZIONE del debito é o un incapace o un criminale. Tertium non datur. E se attuasse il suo piano ci darebbe il colpo di grazia.

Qualora nessuno lo volesse fare come si deve, sarà ARS a tentare di costituirsi in partito per farlo. Ma qualcuno DEVE farlo. O avremo la Grecia sotto (e dentro) casa nostra ben presto.

Attivarsi e fare questo tipo di pressione sulla partitocrazia esistente, insieme con il modello di militanza proposto da ARS e altre associazioni analoghe se proprio volete (ma noi siamo simpatici e come il Lato Oscuro regaliamo biscotti), é forse l'ultima risorsa pacifica rimastaci per salvarci e la nostra ultima speranza di democrazia.

Se questo tentativo fallisce, resterà solo la forma esplicita di una guerra che già ora fa morti a decine, a centinaia. LORO!

No, non é stato a causa dell'ultima edizione del Grande Fratello...
Capisco la difficoltà nel credermi.

 Morti che abbiamo tutti sulla coscienza. Io la zittisco (a stento) nel modo che sapete. Siete bloccati in un angolo e non potete sottrarvi. Lascerete che gli stessi poteri che ci stanno schiavizzando facciano carne di porco di voi e delle vostre famiglie o combatterete? Lui non ha dubbi.


Ma né io né voi siamo William Wallace o Jean de la Vallette. E quindi? Van Rompuy si fa beffe di una claymore sguainata come pure dei fuochi di S.Elmo.
Ma non si farà beffe di un esercito di cittadini incazzati, bellicosi e soprattutto CONSAPEVOLI.
Che se necessario tirenanno fuori il fucile del nonno, ma solo per extrema ratio. Vi daremo una mano, ma solo se saprete poi reggervi in piedi da soli. Questa é una guerra, e in guerra servono GUERRIERI!

Gli altri?
Gli altri sono già morti, dentro e fuori. Non mi serve il certificato medico per dirlo, é solo questione di tempo. 

Siete in trappola e non potete neppure tentare la fuga. Chiedere pietà? La loro pietà per voi (e per noi se sarete in sovrannumero) consisterà in tante repliche della Grecia e una recessione mondiale di cui siamo colpevoli direttamente.


Come vedete ci vedremo COMUNQUE in mischia.
Epperò voi sarete disarmati.
Fate due conti su quel che vi aspetta...

Prossima tappa Roma, domenica 13 ottobre, meeting generale di tutte le forze sovraniste organizzato da Reimpresa. 

ARS ci sarà.

Mattia C



8 commenti:

  1. Ottimo non rende giustizia. SPETTACOLAREEEE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona greta! :)
      Vi voglio carichi! \m/

      Elimina
  2. articolo spettacolare, pensi che stasera a cena ne stavo propio parlando con mio marito , delle seconde chances, avevo letto non ricordo dove, la questione della bossi fini e di come la germania stesse affrontando il problema e nel mezzo dell'art. salta fuori appunto al questione delle seconde chances e delle finestre che si stanno chiudendo anche nei confronti dell'iimigrazione intraeuropea. Se l'euro trovava un minimo di giustificazione nelle a teoria dell AVO (peraltro demolita da bagnai ) tutto cio dimostra che questa europa neanche quella accetta ....GRAZIE !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dia pure del tu Carla. Anzi, dammi pure del tu :)

      Purtroppo é così. La mobilità del fattore lavoro introdotta da Shengen come possibilità, si é rivelata molto spesso teorica. La Danimarca ad es. ha già bloccato tutto da anni, la Germania l'ha fatto in maniera più sottile con le sue politiche del lavoro. Un qualcosa di tremenda efficacia, che tiene fuori dal loro territorio CHIUNQUE non vogliano.

      Cmq carla, ti voglio mettere in guardia contro la teoria delle AVO. A volte leggendo bagnai si potrebbe pensare che l'euro non funzioni perché non é un AVO. Questo non é esatto. Dobbiamo ringraziare moltissimo che l'euro non sia un'AVO, poiché diversamente avremmo emigrazione di massa, spopolamento di intere aree in modo simile a quanto accade nelle comunità montane italiane (e come accade negli USA, pensa a Detroit), fuga sistematica dei capitali (quella c'é già) e un sacco di altri problemi sociali tipo... che razza di famiglia pensi di poter creare con membri che un giorno lavorano a Berlino e il giorno dopo a Piedigrotta?

      La teoria dele AVO di Mundell é neoclassica 100% e destabilizzante. E non va in nessun caso utilizzata per regolamentare un'area valutaria, nemmeno in Italia dopo la nostra uscita dall'euro, giammai!

      L'unica vera AVO, molto semplicemente, é quella in cui c'é solidarietà reciproca :) Ovvero tutto ciò che manca e mancherà sempre (Van Rompuy docet) nell'UME.

      Ti consiglio quest'articolo:
      http://keynesblog.com/2013/06/12/la-teoria-delle-aree-valutarie-ottimali-non-spiega-la-crisi-delleuro-pdf/

      Ciao!

      Elimina
  3. si sono perfettamente d'accordo con te ed infatti il riferimento era appunto alla scarsissima giustificazione teorica sottesa all'euro.....ilche ci porta a pensare razionalmente che la motivazione istitutiva dell'euro fosse un'altra. A proposito di aree di libero commercio hai letto su voci dall'esterol'interessante articolo sul trattato transatlantico tra usa ed eu che si propone di realizzare ma questa volta a livello globale lo stesso giochino dell'euo ????poi si dice che uno è complottista se pensa a NWO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo si, ho sentito eccome. L'idea finale credo sia a livelo mondiale (brividi) ma per ora gli usa si "accontentano" di creare dal 2014 due aree di libero mercato con noi e con l'australia. Eventualità da scongiurare, manco a dirlo. Ci manca solo che aggiungiamo gli usa all'elenco di creditori che ci possono ricattare. Sarebbe pericolosissimo se ci aprissero linee di credito ora che non abbiamo piu risparmio né garanzie. Molti accetterebbero e si rovinerebbero definitivamente.

      Altrove non stanno a guardare: ti consiglio quest'articolo:
      http://www.geopolitica-rivista.org/21396/limportanza-dellaccordo-di-libero-scambio-tra-lindia-e-lunione-eurasiatica/

      Elimina
  4. Sig. Mattia, condivido punto per punto il suo articolo. Quello che mi lascia un senso di fastidio è il continuo accostamento tra fascismo e strategia/istituzioni europoidi; questo mi dice che lei ha un passato di sinistra, che (stranamente, per quelli di quell'ideologia) si è illuminato, che conserva un gergo che non aiuta. Per il resto, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo, grazie molte dell'apprezzamento. Più ancora perché viene da una persona che evidentemente non la pensa come me politicamente :)

      Volevo solo precisare. No, io non ho un passato di sinistra. Io sono sempre stato di ideologia assai più destrorsa. Per la cronaca ere fa votavo Alleanza Nazionale, prima che si sciogliesse in quel papochhio del...vabbé sa di chi parlo.

      Poi la mia militanza politica si é appuntata per gli ultimi 3 anni sul movimento 5 stelle, come potrà leggere nell'archivio del blog. E ho provato in tutti i modi a farlo funzionare, almeno fino a che non ho avuto le prove finali di quanto i miei sforzi fossero sprecati. Come documento qui:

      http://mattiacorsini.blogspot.it/2013/06/ufficiale-grillo-abbraccia-il-pud-e-io.html

      e qui:

      http://mattiacorsini.blogspot.it/2013/06/ufficiale-grillo-abbraccia-il-pud-2.html

      Sul resto, ovvero sul fascismo, il mio essere di destra montanelliana di ispirazione storica e sociale, ma soprattutto costituzionale e sociale, non mi impedisce di notare come l'eurosistema sia de facto una dittaura tecnocratica senza alcun feedback democratico, di chiarissimo impianto autoritario e con fortissima base ideologica. Fascismo puro e semplice, e sottratto pure della componente di pacificazione sociale.

      Se vuole essere edotto sui metodi dei soggetti, può leggere le mie slide (le trova nella colonna destra della pagina), specie la seconda parte, in cui documento ogni singola misura e direttiva UE e come lo spread e il vincolo esterno siano usati come il manganello nel ventennio. Il tutto, unito all'assenza di qualunque feedback democratico con cui cambiare le cose, completa la mia valutazione.

      https://docs.google.com/file/d/0B0DM_HqqOHAVNHQ4RTdiaks1QU0/edit?usp=sharing

      Elimina

Fammi sapere che ne pensi...